Enrico Letta è in sintonia con M.Draghi. Evviva Reagan!

Fonte: keynesiano

Fisco: E. Letta, meno tasse per tutti messaggio fuorviante (CorSera)

ROMA – “Berlusconi ha torto. Il suo messaggio che bisogna allentare i cordoni della borsa e che la riforma del fisco significhi meno tasse per tutti e’ fuorviante”. E’ quanto dichiara il vicesegretario del Pd Enrico Letta, intervistato dal Corriere della Sera, ricordando che il premier “si e’ impegnato con l’Ue a una manovra da 40 miliardi incompatibile con l’allentare i cordoni. Tremonti e’ stato efficace nei ‘no’ riuscendo a tenere a bada il deficit”, riconosce Letta. “Il problema e’ che se non si interviene sulla crescita non si risolvono i problemi dell’occupazione e del debito. I tagli lineari – prosegue – funzionano come il 6 politico a scuola: l’alunno somaro resta tale e quello bravo non viene premiato. Bisogna scegliere”.Letta sottolinea che il Pd non appoggerebbe un governo Tremonti.

“Detto questo, bisogna cambiare l’inquilino di Palazzo Chigi. Decida la maggioranza come, non e’ affar nostro. E poi servono elezioni”. Quanto alle ripercussioni sulla Borsa, “reagirebbe con un ‘toro’ al cambio del premier e con un ‘supertoro’ alle elezioni”.

******

“ La politica che preferisco e di fare prima le cose che debbono essere fatte prima. E’ un impegno che è facile eludere allorché non si indicano con chiarezza , ma si lasciano in una nebbia cinfusa,le cose che,prima o poi si intendono fare.” F.D. Roosevelet 4 Marzo 1933.

Certo al casinò sarebbero contenti dell’attuazione del piano Draghi.

Il solito casinò che ci ha portato alla crisi attuale o meglio il casinò è il problema di tutte le crisi che scoppiano nell’economia finanziaria e che inevitabilmente passano alla cosiddetta economia reale ( la produzione di beni e servizi).

Nelle sue considerazioni finali M.Draghi rilancia l’appello Reganiano alla supply-side economics.

Anche se a sinistra, si evita di ammetterlo,è da eretici accostare un reazionario come Reagan a un banchiere illuminato…

Ma come è possibile che Letta possa affermare che le considerazioni di M.Draghi possono essere prese in toto come programma di governo del PD. PER CASO SIAMO DIVENTATI REGANIANI SENZA SAPERLO?

Secondo Draghi, «per incentivare il ricorso al capitale di rischio andrebbe ridotto (…) il carico fiscale sulla parte dei profitti ascrivibile alla remunerazione del capitale proprio». E questa politica economica si chiama supply-side economics.

Tradotto: economia dal lato dell’offerta. Questa teoria ( fra l’altro non provata empiricamente) è tipicamente neoliberista, perché oppone la libera iniziativa di imprenditori detassati, quali rappresentanti dell’offerta, all’economia della domanda, di origine keynesiana, basata sull’intervento pubblico, teso a far crescere occupazione, welfare e, di riflesso, domanda di consumi. Per i neoliberisti lo Stato deve restare a guardare (politiche dell’offerta), mentre per i welfaristi intervenire (politiche della domanda).

In sintesi: E’ la politica, dell’offerta, di tipo Reaganiano e Thatcheriano che di fatto ci ha regalato la crisi attuale. Devastando la società con esiti dubbi di fatto, diminuì l’inflazione grazie alla politica monetaria di tipo espansivo attuata da A. Greenspan, salì di poco l’occupazione, ma sopratutto aumentarono i poveri.

I Nipotini di Milton Friedman

Che cosa si propone di realizzare Draghi una volta insediato al vertice Bce?

«La Banca Centrale Europea ha come obiettivo primario la stabilità monetaria: né la presenza di rischi sovrani né la dipendenza patologica di alcune banche dal suo finanziamento possono far deflettere da questo obiettivo».

Tradotto: politica dell’offerta e taglio della spesa pubblica. Di fatto l’occupazione, almeno a breve, non crescerà, mentre certamente salirà il numero dei poveri.

ORA SE QUESTO PUO’ ESSERE IL PROGRAMMA DEL PD DITECELO SUBITO!

Bisogna essere preoccupati?

Direi di si visto le previsioni di crescita del FMI.

Di fatto da qui al 2015 l’economia mondiale avrà una crescita media annua del 5%, ma i paesi dell’area Euro cresceranno mediamente dello 0,07% annuo. I paesi del G7 avranno una crescita media annua del 2,7%. L’Italia se è fortunata crescerà dell’1% l’anno.

Ora in considerazione delle disfunzioni internazionali dove i paesi in via di industrializzazione hanno una crescita media annua del 7%, prima che il mondo trovi la sua giusta armonia passerà ancora del tempo; nel frattempo sarebbe il caso di incentivare la domanda interna detassando i redditi più bassi al fine di aumentare i consumi interni.

Inoltre bisogna anche demitizzare le capacità tedesche, loro crescono al 4% annuo grazie all’euro che di fatto ha un valore di cambio inferiore all’ex marco tedesco. Di conseguenza la Germania è l’unica nazione che sfrutta il vantaggio dell’euro come dumbing per le sue esportazioni. La moneta unica che è un bene se l’Europa diventa anche politica,ma di fatto ha lasciato inalterate le varie disfunzioni interne ai paesi membri (le svalutazioni competitive della lira servivano a compensare altri fattori e incentivavano le esportazioni, la Cina ha imparato da noi il rapporto moneta/cambi incentivo e disincentivo alle esportazioni).

Chi scrive ha l’impressione che alcuni rappresentanti di spicco del PD faranno di tutto per rivitalizzare Berlusconi in vista delle politiche del 2013.

Articoli Correlati:

Crisi: I pensierini di Mario Draghi nelle sue conclusioni finali

0 Responses to “Enrico Letta è in sintonia con M.Draghi. Evviva Reagan!”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




giugno: 2011
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese