Crisi: Bankitalia,il credito al consumo è troppo caro in Italia

Bankitalia: il credito al consumo in Italia è fra i piùcostosi in Europa

tassi di interesse praticati da banche sul credito al consumoAndamento dei tasi al consumo

Mutui più cari in Italia che nel resto d’Europa?

Il sospetto, in fondo c’era da sempre, adesso esiste anche la conferma ufficiale e la fonte non può esere smentita facilmente visto che è la stessa Banca d’Italia.

Lo ha infatti sottolineato Roberto Rinaldi, capo del Servizio supervisione intermediari specializzati della Banca d’Italia, nel corso dell’audizione di mercoledì pomeriggio alla Camera sul tema del credito al consumo.

Un fardello sottolinea Rinaldi pesante per i nuclei familiari più poveri e in generale aggiunge è da auspicare una sferzata di concorrenza nel settore.

È questo il  messaggio recapitato dalla Banca d’Italia ai deputati della commissione Finanze.

I dati forniti dall’esponente di Bankitalia.

Rinaldi ha spiegato in primo luogo che «il tasso d’interesse praticato dalle banche italiane sulle nuove operazioni di credito al consumo si attesta attualmente attorno al 10%, un tasso più elevato rispetto al dato medio dell’area dell’euro»; per l’esattezza, si tratta di circa tre punti e mezzo in più della media europea.

I tassi più alti si riscontrano nelle carte revolving (oltre il 17%), seguono il settore del credito finalizzato (poco meno del 12%), i prestiti personali (l’11%) e la cessione del quinto dello stipendio (il 9%) che peraltro non include le spese per le polizze assicurative, computate da marzo 2009.

Inoltre l’esponente di Bankitalia ha citato alcuni dati dell’ultima indagine sui bilanci delle famiglie italiane che risale al 2008.

Per le famiglie appartenenti alla classe di reddito più bassa che si stima siano 230mila pari al 2,4 % del totale delle famiglie, la rata del mutuo ha raggiunto il 32% del reddito disponibile, una soglia ritenuta critica per il bilancio familiare.

Il credito al consumo rappresenta il 6% dell’intero credito erogato ed era pari a 110 miliardi di euro a fine settembre 2009; il 95% dei finanziamenti avviene attraverso le banche, di cui 48% in via diretta, 47% attraverso le società finanziarie controllate (regolate attraverso l’articolo 107 del Tub).

Indebitamento delle famiglie
(in percentuale del reddito disponibile lordo)

Indebitamento Famiglie

La Realazione di Bankitalia file pdf. pag.33

Annunci

novembre: 2009
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese