Crisi: Industria crollo degli indici degli ordinativi e del fatturato

Grafico: Indice degli ordinativi totali. Confronto tra la dinamica degli indici in base 2000 e 2005.

indice-orinativi-industriali
Anni 2006–2008 (tassi di variazione tendenziale)

Fonte: Istat

Industria crollo degli indici degli ordinativi e del fatturato peggior dato dal 1991.

Sulla base degli elementi finora disponibili, nel mese di gennaio 2009 gli indici destagionalizzati del fatturato e degli ordinativi, calcolati con base 2005=100, hanno registrato entrambi, nel confronto con il mese precedente, una diminuzione del 2,1 per cento

L’indice  del fatturato, corretto per gli effetti di calendario, ha registrato in gennaio diminuzioni tendenziali del 28,4 per cento per i beni intermedi, del 28,1 per cento per l’energia, del 19,7 per cento per i beni strumentali e del 4,8 per cento per i beni di consumo (meno 21,2 per cento per quelli durevoli e meno 2,0 per cento per quelli non durevoli).

In gennaio, nel confronto con lo stesso mese del 2008, l’indice del fatturato corretto per gli effetti di calendario ha segnato le diminuzioni più significative nel settore della fabbricazione di mezzi di trasporto (meno 37,1 per cento), della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (esclusi macchine e impianti) (meno 33,3 per cento) e della fabbricazione di prodotti chimici (meno 29,2 per cento).

Nel confronto degli ultimi tre mesi con i tre mesi immediatamente precedenti le variazioni congiunturali sono state pari a meno 8,8 per cento nel caso del fatturato e meno 14,2 per cento per gli ordinativi.

L’indice del fatturato corretto per gli effetti di calendario ha registrato in gennaio una diminuzione tendenziale del 19,9 per cento (i giorni lavorativi sono stati 20 contro i 22 di gennaio 2008).

L’indice grezzo degli ordinativi ha segnato in gennaio una riduzione tendenziale del 31,3 per cento.

Continua la discesa per l’industria degli autoveicoli.

A gennaio il fatturato ha segnato un crollo del 47,4% (26,3% a dicembre).

Lo comunica l’Istat chiarendo che il calo è stato sul mercato interno del 42,8%, e su quello estero del 52,3% (a dicembre erano stati rispettivamente del 29,3% e del 21,3%. Si tratta di dati grezzi. Male anche gli ordinativi che hanno segnato un calo del 26,3%, dovuti ad un calo sul mercato interno del 30,5% e su quello estero del 26,3%.

FEDERACCIAI: PASINI, MERCATO SIDERURGICO IN NETTA FRENATA.

 ”Dopo alcuni anni molto positivi sostenuti da una congiuntura mondiale positiva, nel 2008 la siderurgia italiana registra una frenata nella produzione e nei consumi e per il 2009 non prevediamo un trend migliore”.

Lo ha detto il presidente di federacciai, Giuseppe Pasini, intervenendo oggi a Brescia all’inaugurazione di ”Made in Steel”, la rassegna internazionale del comparto siderururgico.

”Il settore – ha aggiunto – mantiene pero’ una importanza strategica per il paese e oggi piu’ che mai deve rappresentare una delle leve per la ripresa economica auspicata da tutti. Il sostegno del Governo – ha aggiunto Pasini – e’ fondamentale per ripartire il piu’ in fretta possibile; in questo senso alcuni interventi gia’ avviati come ad esempio il rilancio del piano infrastrutture e gli aiuti concessi alle imprese fanno ben sperare per il futuro”.

Nel complesso, la produzione mondiale di acciaio grezzo nel 2008 e’ stata nel complesso pari a 1.329 milioni di tonnellate, l’1,1% in meno dell’anno precedente. Mentre a gennaio la produzione globale di acciaio e’ calata del 24% rispetto allo stesso periodo del 2008, portandosi a 112,8 milioni di tonnellate.

Nel 2008 in Italia la produzione di acciaio ha raggiunto le 30,6 milioni di tonnellate, registrando un calo del 3,1% rispetto all’anno precedente. L’inizio dell’anno segna una ancora piu’ brusca frenata nella produzione che a gennaio 2009 si e’ attestata a 1,7 milioni di tonnellate (il ribasso e’ stato del 40,4%), rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Le previsioni rilevate dal centro studi di Federacciai per il 2009 annunciano un crollo del -23,4% rispetto al 2008, che gia’ aveva registrato una flessione del 6,2% rispetto al 2007.

 Frenata anche per l’Eurozona.

bce-pil-a-prezzi-costanti

Fonte: Bolletino Mensile BCE  – 05 Marzo 2008

L’indice dei nuovi ordini industriali a gennaio, secondo i dati diffusi da Eurostat, è calato del 3,4% rispetto a dicembre. In realtá si tratta di un rallentamento della contrazione dei nuovi ordinativi, se si pensa che nel dicembre scorso il calo mensile era stato pari all’8%.

Per l’Ue a 27 il calo dei nuovi ordini è stato del 2,2%, contro il 6,8% di dicembre.

Eurostat sottolinea che, al netto del comparto navale e delle attrezzature ferroviari e aerospaziali, per i quali i mutamenti sono più imprevedibili, i nuovi ordini hanno un calo del 3,3% nell’eurozona e del 3,8% nell’Ue-27.

Su base annua, rispetto al gennaio 2008, l’indice dei nuovi ordini industriali è calato del 34,1% nell’eurozona e del 30,7% nell’Ue-27.

Al netto del settore navale e delle attrezzature ferroviarie e aerospaziali, il calo è stato sempre del 34,1% per l’eurozona, e del 32,4% nell’Ue-27.

Annunci

marzo: 2009
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese