Abruzzo:”Vince” L’astensione. E perde la Democrazia

Vince l’astensionismo, crolla l’affluenza.

Urne chiuse dopo le 15 in Abruzzo per eleggere il successore di Ottaviano del Turco.

I primi dati registrano un trend negativo nell’affluenza ai seggi: un calo di 10 punti percentuali rispetto alle passate elezioni.

Con due anni di anticipo nella regione abruzzese si è tornati al voto per eleggere il nuovo presidente della Giunta: chi vincerà queste elezioni guiderà la nona legislatura 2008/2013.

In vantaggio, secondo una prima proiezione, sarebbe il candidato presidente del Pdl, Gianni Chiodi, rispetto al candidato del Pd-Idv, Carlo Costantini.

La proiezione è stata realizzata dall’emittente televisiva Rete8, su un campione di 100 sezioni su 1625.

Secondo tale proiezione il candidato del Pdl sarebbe al 48,75%, mentre Costantini sarebbe al 42%.

Il margine di errore previsto per tale proiezione è del 4%.

Per quanto riguarda i dati sugli altri quattro candidati in corsa per il governo regionale: Rodolfo De Laurentiis (Udc-Udeur) 5,25%; Teodoro Buontempo (La Destra) 2,50%; Ilaria del Biondo (partito dei Comunisti lavoratori) 1,00%; Angelo Di Prospero (Per il bene comune) 0,50%.

Le Dichiarazioni di Del Turco:

L’ex governatore abruzzese, Ottaviano del Turco, le cui dimissioni hanno determinato il ritorno al voto, ha confermato di non aver votato Carlo Costantini (Idv), candidato presidente per il centrosinistra.

Del Turco era stato, assieme ad altre persone, arrestato lo scorso 14 luglio nell’ambito di un’inchiesta su presunte tangenti nella sanità regionale.

Del Turco: Non escludo candidatura col Pdl alle Europee. L’ex governatore Del Turco, in una intervista al Corriere della Sera, apre alla possibilità di candidarsi con alle prossime Europee con il Popolo della libertà. “Voglio tornare a fare politica – spiega Del Turco – ovunque sia possibile farlo da riformista’.

Il Pdl, secondo Del Turco, “non è  schiacciato dal peso di Berlusconi: davanti ad una questione come quella della riforma della giustizia c’è dialettica, c’è spazio per le idee”.

Il Pdl, però, per bocca del coordinatore regionale Filippo Piccone, fa sapere di non aver mai preso in considerazione la candidatura dell’ex governatore alle Europee.

Deluso dal Pd e da Veltroni (“in cinque mesi non l’ho mai sentito. Mai. Non una telefonata, un sms, un bigliettino”).

Del Turco non ha dubbi sulle regionali: “posso dire chi perde di sicuro: Veltroni. Faccio un ragionamento: se, come dicono molti giornali vincerà Chiodi (Pdl) a perdere sarà chiaramente Veltroni”.

Se vincesse Costantini (Pd e Idv) invece? “sarebbe sempre Veltroni, il grande sconfitto. Perché, per tutti, l’artefice della vittoria sarebbe Di Pietro”.

Riflessione:

“Viviamo tutti sotto il medesimo cielo, ma non tutti abbiamo lo stesso orizzonte (Konrad Adenauer) .”

A parte le parole di Del Turco, che riportiamo per dovere di informazione, e vanno lette come quelle di un uomo fortemente amareggiato.

Il dato politico che ci interessa è che queste elezioni danno un segnale forte e chiaro ” le persone sono stanche, di essere prese in giro”.

Siamo in piena crisi economica e nessuno si occupa dei problemi veri, tutto sembra rimanere sospeso per aria.

La sensazione che ho leggendo i giornali e andando in rete nei vari blog dei politici ( e qui per la verità non c’è molta differenza fra destra e sinistra), è quella del messaggio senzazionale, quasi radicale……uno di quei messaggio che se lo proclami al BAR sotto casa la gente ti misura la febbre.

Tutti scoprono la crisi, tutti lanciano ricette, tutti dicono che l’avversario è inadeguato al momento economico che staimo vivendo, MA NESSUNO SI DOMANDA, IO DEVE ERO?.

Paradossalmente, i soliti noti di sempre sono divisi fra famiglia e lavoratori, AIUTIAMO LA FAMIGLIA…..AIUTIAMO I LAVORATORI………..Con la crisi in atto, bisogna aiutare i cittadini che sono membri della famiglia e lavoratori.

Purtroppo, anche nelle nostre fila il passato ha fatto danni irreversibili, c’è chi crede ancora che la “classe operaia vada direttamente in paradiso”. Ma non è così, oggi l’operaio è prima di tutto un individuo singolo che lotta nel mare della globalizzazione.E’ l’individuo, che deve saper reagire ai cambiamente imposti da altri. E’ lindividuo che è alienato dalla società che gli impone un modello di vita precario, il posto di lavoro, non aliena più nessuno proprio perchè precario e non stabile. Nelle società moderne vivi ai margini se non sei inserito nella socialità del quotidiano, ma per non essere emarginato devi essere conforme a uno standars imposto. Il lavoro diventa dunque la prima fonte di inclusione sociale perchè ti permette di adeguarti agli standars comuni.

Le ricette del secolo scorso non servono più, oggi bisogna guardare all’uomo e alle sue condizioni di vita materiale all’interno della comunità in cui vive. E questo indipendentemente dal lavoro che svolge.

Non possiamo vivere in una società smembrata nelle sue fondamenta e pensare che:

– se i padri prendono la pensione, lo fanno sulle spalle dei figli perchè aumenta il debito pubblico,

– se i padri lvorano, tolgono un posto di lavoro ai loro figli,

– se i padri in quanto avanti con l’età si ammalano, questo ricadrà sulle spalle dei figli perchè devono pagare la sanità,

I padri e le madri hanno procreato i figli, creando quel nucleo umano chiamato famiglia, è nella loro natura tutelarli e proteggerli. QUINDI NON E’ NELLA NATURA DEI GENITORI FAR SOFFRIRE I PROPRI FIGLI.

Solo se sapremo “ampliare lo sguardo” possiamo vedere ciò che il secolo passato ci ha tenuto nascosto.

Sarà in grado, l’uomo sociale, che è animale politico per natura, di ritrovare il suo ambiente naturale?

” L’astensione dal voto politico, uccide la democrazia del  popolo, e agevola la democrazia autoritaria quella guidata dagli oligarchi. La Repubblica Democratica guidata dagli oligarchi, snatura i partiti politici che diventano macchine al servizio dell’elitismo (Anonimo dal Web).”

“Ogni partito esiste per il popolo e non per se stesso (Konrad Adenauer)“.

Annunci

dicembre: 2008
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese