Alain Touraine : La globalizzazione e la fine del sociale

Alain Touraine :La globalizzazione e la fine del sociale. Per comprendere il mondo contemporaneo.

€ 22,00 Pagine 288 aprile 2008

“L’individualismo imposto dalla globalizzazione ha sradicato i movimenti di massa e ha reso inservibili le categorie politiche e sociali con cui pensavamo noi stessi e gli altri: se le grandi narrazioni collettive sono finite, la vita del soggetto acquista la stessa drammaticità della storia del mondo. Abbiamo bisogno di un nuovo paradigma per capire il presente e, soprattutto, per rivendicare i nostri diritti.” ( A.Touraine) .

C’è stato un tempo, nei primi secoli della nostra modernità, in cui ragionavamo in termini politici: pensavamo e descrivevamo il mondo in base alle categorie di ordine e disordine, potere e Stato, Repubblica e popolo.

Dopo la rivoluzione industriale abbiamo sostituito le categorie politiche con quelle sociali ed economiche di classe e ricchezza, borghesia e proletariato, sindacati e scioperi, disuguaglianza e ridistribuzione.

Ma oggi?

Decenni di globalizzazione hanno imposto criteri di valutazione quasi esclusivamente economici, che hanno portato al trionfo di un individualismo disgregatore.

I sintomi si leggono ovunque: nella guerra, che ha perso il suo significato politico o sociale, nelle ondate di irrazionalismo, nella crisi degli individui, pieni di problemi e impossibilitati ad affidarsi, per risolverli, alle istituzioni civili e giuridiche tradizionali.

Aleggia la sensazione che il vecchio mondo sia andato in frantumi e che niente possa sostituirlo.

Per sfuggire all’immagine di un mondo come prigione e alla sensazione angosciante della totale perdita di significato, si avverte il bisogno di nuove categorie, categorie non più sociali ma culturali, perché è in questi termini che i cittadini di oggi costruiscono le proprie identità: sulle particolarità sessuali, etniche, religiose, laiche o ecologiste.

Ci poniamo domande che un tempo sembravano incongrue:

Sono felice?

Faccio davvero ciò che mi piace?

Sono certo di sapere se in questo momento si stanno verificando eventi intollerabili o se viene perpetrata un’ingiustizia?

In questo saggio, Alain Touraine analizza il processo di disgregazione che ha spezzato i cardini su cui poggiavano le nostre identità e le nostre lotte e si immerge nelle tematiche e nelle domande quotidiane dell’esistenza contemporanea.

Fino a disegnare un nuovo paradigma, fondato sul soggetto e sui «diritti culturali», dove le donne e le minoranze schiacciate possano finalmente ricoprire il ruolo sociale che spetta loro.

In queste pagine, ci viene fornito uno strumento utile per la costruzione di argini e difese, per l’elaborazione di un pensiero critico pertinente e soprattutto per la nascita di nuovi movimenti di liberazione nel mondo globalizzato dove, che lo vogliamo o no, ci troviamo a vivere.

Scomparsa la società, disintegrati gli attori sociali, non più utilizzabili le categorie sociologiche impiegate fino all’altro ieri per analizzare la realtà.

E’ quanto afferma il sociologo francese,  Touraine aveva coniato anni fa l’espressione “postindustriale”, destinata ad avere grande successo anche da noi, e ora conia il neologismo “postsociale” per tentare di definire la fase che viviamo.

L’individualismo è un tratto emergente del nuovo mondo del quale facciamo parte: si chiedono diritti per se stessi, non più garanzie per la propria classe o il proprio strato professionale.

Mentre la definizione che si dava del mondo in precedenza era sociale e politica, ora essa è culturale: sono idee come “mondialismo” o “diritti umani” che caratterizzano e servono a comprendere l’oggi.

Chi le sostiene non è più la vecchia figura del soggetto sociale, ma la nuova figura del soggetto personale: questo si esprime nei movimenti non più sociali, ma culturali.

Contemporaneamente, oggi è possibile assistere anche alla ricomparsa del vecchio, apparentemente superato già alla fine del XIX secolo, concetto di comunità: movimenti e fenomeni neocomunitari si scorgono con una certa frequenza e con significato non uniforme.

Questo, molto in sintesi, il ritratto che Touraine fa dell’oggi e degli strumenti per pensarlo.

Quali le conseguenze?

Una di rilievo riguarda il ruolo politico dell’Europa. Scrive l’autore: “E’ proprio la debolezza della società europea (o delle società europee) a spiegare la difficoltà che l’Europa incontra nell’agire come Stato.”

Touraine osserva con attenzione il tentativo europeo di dar vita a un organismo sovranazionale che abbia voce in capitolo con le grandi potenze, ma deve anche riconoscere che tale sforzo è minato alle radici dalla incapacità dell’Europa di diventare davvero Stato: è vero che ora ha una Costituzione, ma le manca sempre un esercito, che è la voce degli Stati nei loro rapporti reciproci.

Senza esercito niente Stato, e l’Europa priva di una forza militare comune non è in effetti uno Stato diverso dagli Stati che la compongono.

Per il momento è una formazione ibrida, nella quale i vecchi Stati si conservano tali e quali (e si conserva anche il sentimento nazionale di appartenza che lega i cittadini a essi) salvo la delega su alcune questioni (importanti ma non vitali) a un organismo rappresentativo sovrastatale che si chiama Unione Europea.

E’ difficile non concordare con questa analisi: “L’Europa non solo è uno Stato senza nazione, ma è uno Stato debole che si definisce più in senso amministrativo che politico.

Annunci

settembre: 2008
L M M G V S D
« Ago   Ott »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese