Archivio per 11 agosto 2008

Alitalia: Codacons soddisfatto per l’apertura dell’inchiesta da parte della Procura di Roma.

MILIONI DI PICCOLI RISPARMIATORI SI COSTITUIRANNO PARTE CIVILE E SI PREPARANO PER LA CLASS ACTION.

Il presidente Carlo Rienzi esprime soddisfazione per l’apertura dell’inchiesta da parte della procura di Roma a seguito della denuncia presentata dal Codacons.

Nel dossier inviato alla procura si chiede di individuare le responsabilità che hanno portato allo sfascio la compagnia, gli sprechi e le interferenze politiche che hanno determinato il fallimento della stessa.

“In Italia si pensa a risanare le società mediante aiuti di stato e capitale pubblico è afferma il presidente Codacons Carlo Rienzi” azzerando così il valore di azioni che milioni di risparmiatori hanno comprato negli anni.

Si prevede che la “bad company” in cui finiranno i debiti Alitalia prosegue Rienzi sarà quella in cui le azioni della società finiranno come spazzatura, cancellando i risparmi di una vita di chi le ha acquistate.

Codacons sostiene che in dieci anni Alitalia è costata ai consumatori circa cinque miliardi e 187 milioni di euro.

La stima e’ contenuta nell’esposto presentato alla Procura di Roma nel quale l’associazione dei consumatori ricorda che sempre nel 2007 la compagnia di bandiera ha chiuso il suo 19/o bilancio (su venti) in passivo.

All’attenzione della Procura anche il valore azionario di Alitalia: nel 2001 un’azione dell’azienda valeva 8.5 euro mentre oggi ne vale 0.4.

La speranza per i piccoli azionisti è di costituirsi parte civile, avvalendosi dello staff di avvocati penalisti del Codacons, pronti a partire con una mega-class action non appena entrerà in vigore la legge sulla stessa.

Tutti gli azionisti danneggiati dalla crisi Alitalia e interessati al giusto risarcimento economico possono inviare una mail all’indirizzo classaction@codacons.it.

Annunci

Sulla spesa di tutti i giorni l’inflazione vola al 6,1%

La spesa di tutti i giorni, ovvero i prezzi dei prodotti acquistati frequentemente, vola a luglio.

L’inflazione per questi prodotti è infatti salita al 6,1%, molto più alta del tasso medio confermato al 4,1%.

Lo rende noto l’Istat, fornendo il dato relativo ai prodotti acquistati con maggiore frequenza, che nel mese scorso sono aumentati dello 0,4% rispetto a giugno (essenzialmente per i rincari dei prodotti alimentari e dei carburanti) e del 6,1% in un anno (in accelerazione rispetto a giugno, quando era risultata pari al 5,8%).

L’Istituto ha confermato che l’inflazione a luglio è salita al 4,1%, dal 3,8% di giugno, raggiungendo il massimo dal giugno 1996. Su base mensile i prezzi sono aumentati dello 0,5%.

Dall’analisi dei settori gli aumenti congiunturali più significativi si sono rilevati nel settore delle bevande alcoliche e dei tabacchi (+2%), delle abitazioni, acqua ed elettricità (+1,5%), trasporti (+0,9%).

Gli incrementi tendenziali più elevati si sono verificati nel comparto abitazione, acqua ed elettricità (+8,6%), nei trasporti (+7,1%), nei prodotti alimentari e bevande analcoliche (+6,3%). In negativo solo il settore comunicazioni, dove la flessione è stata del 3,2% su base annua, e dello 0,7% su base mensile.

L’energia, a luglio, ha mostrato un aumento dei prezzi del 2% congiunturale e del 16,6% su anno.

Sono i dati contenuti nella dinamica dell’inflazione a luglio diffusa dall’Istat. In particolare il prezzo della benzina verde è salito dell’1,3% su mese con un incremento tendenziale del 13,1% mentre il gasolio segna +1,3% su mese e +31,4% su anno.

Tariffe elettriche al +3,6% congiunturale e al 13% su anno mentre i prezzi del gas crescono al +2,8% e al +12,8 per cento.

Temi collegati:

La Banca D’Italia  conferma, Fisco le entrate tributarie +4,1% nel primo semestre:

Entrate tributarie in crescita del 4,1% nei primi 6 mesi dell’anno: secondo il supplemento al Bollettino economico di Bankitalia si sono attestate, nella prima metà dell’anno, a 187,3 miliardi rispetto ai 179,9 dei primi 6 mesi 2007. Nel solo mese di giugno si sono registrati 47 miliardi, in lieve calo rispetto ai 47,7 di giugno 2007.

Il Grafico sotto riporta le fluttuazioni cicliche del monte ore effettivamente lavorate e quelle del Pil, espresse come deviazioni percentuali dal trend. E’ evidente una correlazione significativa tra le due variabili, nonostante l’emergere di discordanze anche prolungate nei rispettivi movimenti; l’ampiezza delle oscillazioni appare in media meno ampia per il ciclo del monte ore lavorate che per quello del Pil.

Andamento monte ore lavorate e PIL

Approfondimenti:

Il bicchiere mezzo pieno.

Fonte: il sole24ore.it:

L’Italia che resiste alla crisi internazionale

Dalla qualità al risparmio: i numeri virtuosi dell’azienda Italia

Tabelle:Il Vento in poppa, l’Italia virtuosa

Giovanni Sartori e il monopolio di Berlusconi sui media

Giovanni Sartori e il monopolio di Berlusconi sui media.

Giovanni Sartori intervistato da Citizen parla del pericolo per la democrazia Italiana a causa del fatto che Berlusconi controlla la maggioranza degli organi di informazione.

Durata del video min.2,39 ( lingia Inglese Sottotitoli in Italiano)

******

Berlusconi vuole un bottino più grosso

Durata del video min.1,23

******

Il paese non si riforma con le caste.

Durata del video min.3,09

Passa per i Comuni la soluzione dei problemi del Paese

Comuni in rosso per effetto dell’ici.

Durata del filmato min.29,51.

Relatore: Deputato Paolo Fontanelli.


agosto: 2008
L M M G V S D
« Lug   Set »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese

    Annunci