Le primarie Usa e internet

Una campagna ad uso e consumo dell’elettore.

La forza di internet ha rivoluzionato la politica americana. Non solo nel modo di porsi dei principali protagonisti, ma soprattutto nel modo in cui la gente è tornata ad avvicinarsi alla sfera degli affari pubblici.

Un esempio è dato dall’esperienza di uno dei candidati democratici in corsa. La sera del 18 marzo scorso Barack Obama, a Philadelphia, affronta per la prima volta la questione razziale.

E’ un discorso da presidente” diranno i cronisti, il giorno dopo sui giornali. Intanto però, la sera stessa del comizio, il video attraverso l’ormai classico You Tube, viene messo a disposizione, dello sterminato popolo di internet. E’ la prassi elettorale che lo consiglia: rendere tutto sempre disponibile; sia pure un discorso politico, sia pure per un filmato di 38 minuti, tutto ripreso da unica telecamera fissa. Niente effetti speciali, niente invenzioni di regia.

Solo parole.

Parole che, a distanza di poco più di due settimane sono riecheggiate nella sfera pubblica virtuale per quasi 4 milioni di volte. 4 milioni di visualizzazioni. 4 milioni di navigatori. Un successo inimmaginabile.

Sappiamo che You Tube, in queste elezioni primarie americane, ha giocato un ruolo particolare.

Ad esempio è stato il palco principale per il sucesso del video musicale “Yes We Can”.

E per il suo equivalente satirico dedicato a John McCain ,“John He is”.

Entrambi hanno raggiunto numeri da capogiro. Il celebre video in bianco e nero dedicato al senatore dell’Illinois ha abbondantemente superato, in una delle copie in circolazione sulla piattaforma, le 6 milioni di visualizzazioni.

Per il video satirico sul candidato repubblicano, invece, le visualizzazioni hanno già oltrepassato il milione e mezzo di repliche. Ma si trattano di video “spot”, leggeri e brevi. Il loro successo è dovuto alla loro originalità, ma anche alla loro semplicità di fruizione.

Nel caso del discorso di Philadelphia, invece, la situazione cambia. John Aravosis, uno dei più famosi esperti di blogs americani e tra gli autori di Americablog.com, sostiene che il fatto stesso che un video politico “serio” abbia raggiunto una tale esposizione in rete dimostra quanto la teoria del messaggio virale, ossia capace di propagarsi come una sorta di passaparola ( o, in senso positivo, come un virus) all’interno della rete, dimostri le enormi potenzialità relazionali espresse del web nel diffondere informazioni, di avvicinare la politica alla gente e di sfatare, una volta per tutte, quel grande bluff che oggi chiamano antipolitica.

Annunci

0 Responses to “Le primarie Usa e internet”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




aprile: 2008
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Contattaci

Circolo Bientina

  • Primarie 2009

Varie Bientina

Siti di area PD

  • Area Dem

Dossier Crisi

Dossier Encicliche Sociali

    Articoli Encicliche - Eletti PD

Dossier Articoli Crisi Economica

  • Pulsante keynesiano
  • Lezioni per il futuro

Documenti Crisi Economia Circolo

  • Crisi Globale
  • Focus Economia

Festa Nazionale PD

Link Iniziative

Web TV

RSS New Wikio

  • Si è verificato un errore; probabilmente il feed non è attivo. Riprovare più tardi.

Libreria Circolo

Le Riviste Disponibili Nel Circolo

Libri Disponibili Nel Circolo

Documenti Vari

Documenti Esterni

  • Rapporti

Workig Papers

Link PD

Sito Nazionale

Gruppi Parlamentari

Unione Provinciale

Unione Regionale

Gruppi Regionali

Iniziative Locali

Link Vari Area PD

    Eletti In Toscana

Programmi

Programma PD

New Agenzie

  • New Google Birmania
      • Rasegna stampa pd
      • ANSA IT
      • ANSA Live UE
    • news google

    Sondaggi e Ricerche

    • ipr marketing

    citizen journal

    Link Vari

    Associazioni

      Osservatori

    Democratici Nel Mondo

    • Logo Democratic
    • Sito Barack Obama
    • Sito Hillary Clinton

    Iniziative Umanitarie



    Organismi – Istituti E Commissioni Di Ricerca

    • Unione Europea
    • censis
    • cnel
    • cnel commissione lavoro
    •  glocus logo
    • ISAE
    • ICE
    • Unicamere
    • logo Airi
    • Eurispes
    • Logo APAT
    • FMI
    • WTO
    • Banca Mondiale

      Commissioni

        • Logo Cefass

    Categorie

    Archivio Per Mese